Cimici dei letti

Che cosa sono le cimici dei letti?

Le chiamiamo cimici dei letti ma in realtà si possono annidare in qualunque superficie della casa. Sono dei minuscoli parassiti ematofagi, dunque si nutrono di sangue. Attaccano l’uomo proprio per questa ragione, spesso durante le ore notturne, provocando punture rigonfie e bolle. Nidificano praticamente dappertutto, purché ci sia una superficie che glie lo consente; li troviamo nei materassi, nelle doghe dei letti, nei vestiti, nei libri, in vari mobili di legno, nelle tende, nelle crepe nei muri, nei quadri e nella stragrande maggioranza delle superfici ruvide in cartone. Non sono particolarmente pericolose per la salute dell’uomo, ma possono diventare estremamente fastidiose, perché le loro punture provocano degli arrossamenti rigonfi, soprattutto sulle braccia e talvolta persino sulla faccia. Si nutrono quasi esclusivamente di sangue umano, è raro vederli pungere altre specie animali. Differentemente rispetto ad altri insetti parassiti non infesta la pelle o i capelli, dell’uomo, il contatto è limitato al tempo che occorre per nutrirsi, quindi alla puntura, come le zanzare. Le femmine sono molto prolifiche, ma sia adulti sia larve non sono in grado di sopravvivere agli sbalzi di temperature o a un freddo eccessivo.

Come eliminare le cimici dei letti

Prima di potersi liberare definitivamente delle cimici dei letti, bisogna scovarle. Sono insetti talmente piccoli che è difficile vederli a occhio nudo, persino le loro punture sono indolore, motivo per cui ce ne si accorge soltanto dopo la comparsa dei rigonfiamenti rossi da sfregamento, accompagnati dal consueto prurito. Occorre individuare l’infestazione, quindi, bisogna esaminare il letto e le superfici sospette con molta attenzione. Le punture delle cimici dei letti possono essere trattati con un semplice antiinfiammatorio, ma è sempre opportuno farsi prima visitare da un dermatologo. I nidi si possono individuare in corrispondenza di macchie piccolissime scure e maleodoranti, un esperto disinfestatore sarà in grado di trattarle con maggior cura. La cosa più importante da fare è cercare di isolare l’infestazione e non diffonderla per la casa intera o all’esterno, quindi il materasso infestato non va portato in giro, così come lenzuola o coperte interessate. Sarebbe consigliabile anche non andare a dormire sul divano, per evitare che alcune cimici dei letti, annidate all’interno dei nostri vestititi si propaghino altrove. Il segreto sta nell’accorgersene il prima possibile

Riposa Meglio.
Prova Anna Mattress

materasso online anna mattress