come-meditare-per-conciliare-il-sonno

Come meditare per dormire meglio

Fra i metodi consigliati per conciliare il sonno c’è anche la meditazione, in quest’articolo vi spiegheremo come emditare correttamente. Quando ci si approccia per la prima volta a quest’attività, ci si costruisce un sacco di castelli in aria, c’è chi si aspetta un rimedio miracoloso, fantasticando su guru indiani, fachiri volanti, animali parlanti che ti appaiono in sonno e quant’altro.

C’è anche chi è scettico, non ne vuole proprio sapere niente, immaginandosi l’ennesimo trend strano che ti fa autosuggestionare. La verità sta nel mezzo, di certo non può fare i miracoli, ma meditare può sicuramente essere un modo alternativo per agevolare il riposo, da abbinare ai classici prodotti naturali d’erboristeria. Scopri con noi come meditare mindfulness.

Aspettative vs realtà

Quando si medita, non ci si deve per forza mettere seduti a gambe incrociate a non pensare a niente; “spegnere il cervello” è umanamente impossibile, qualora ci riuscissi, mi dispiace, ma saresti morto.

Meditazione significa semplicemente avere il controllo dei propri pensieri, non lasciarsi dominare dalle preoccupazioni quotidiane, indirizzare l’attenzione verso un’azione precisa, tipo il respiro, un pensiero o un’immagine rilassante che possa accompagnarti verso il torpore. L’obiettivo della meditazione è addestrare la mente a restare concentrata sul presente, senza anticipare il futuro e generare pensieri ansiosi o negativi, allo scopo di produrre uno stato di rilassamento tale da condurre naturalmente al sonno. Non ti ci dovrai sforzare, verrà da sé.

Altro falso mito è che ci vogliano ore e ore di pratica per ottenere dei risultati, in realtà non è così, bastano pochi minuti al giorno, sarà la costanza a fare la differenza, non la quantità di tempo.

Ancora si crede che la meditazione sia qualcosa solo per santoni orientali, in teoria è nata come pratica religiosa, ma oramai ha preso i connotati mistici che in qualche modo aveva; è stata studiata scientificamente, si è ibridata con la terapia psicologica di tipo cognitivo – comportamentale, dando origine alla meditazione mindfulness, un’attività utilizzata anche a scopo terapeutico negli ospedali. Per scoprire di cosa si tratta e come può aiutarti a dormire meglio, prosegui la lettura.

Come meditare mindfulness

È la tecnica di meditazione più efficace per conciliare il sonno. Lo psicoterapeuta Jason C. Ong l’ha ideata per contrastare l’insonnia negli adulti, ma può essere praticata da chiunque, anche solo per migliorare la qualità del proprio riposo. Ti spiegherò come eseguirla correttamente in pochi semplicissimi passaggi.

Prima ti occorre: uno spazio comodo e intimo, dove poterti distendere. Puoi utilizzare anche un tappetino da yoga, ma va bene qualunque tipo di superficie, purché non sia scomoda. Dal momento che il tuo scopo è conciliare il sonno, ti consiglio di praticarla sul tuo letto, in un mondo ideale si suppone sia lo spazio più confortevole della casa, no?

Qualora non lo fosse, visita il nostro shop per scoprire i nostri materassi in memory contro il mal di schiena, a prova di nevrotico.

Ora che è tutto pronto segui questi quattro passaggi.

Per oggi è tutto. Tieni sempre a mente che il tuo obiettivo non è ascendere ai cieli. Come avrai oramai già capito, la meditazione non è un procedimento prodigioso per raggiungere il nirvana ma più una buona abitudine da ritagliarsi day by day. Non ti resta che provare.

Articoli Correlati
come-meditare-per-conciliare-il-sonno
metodi-per-dormire-bene
interpretazione-dei-sogni
disturbi-del-sonno

Riposa Meglio.
Prova Anna Mattress

materasso online anna mattress