metodi-per-dormire-bene

Dormire Bene

Stamattina come al solito ti sei alzato con la luna storta perché non sei riuscito a dormire bene. Non sei solo, poche persone al mondo si svegliano realmente riposate, fresche come rose. Questo succede, non perché tu lo voglia, ma perché non sei ancora effettivamente cosciente dell’importanza di un buon riposo e non ti concedi le giuste attenzioni per la cura di te.

Con pochi piccoli accorgimenti potrai cambiare le cose e migliorare drasticamente la qualità della tua vita con i benefici del sonno

Come funziona il cervello

Forse non sapevi che il tuo cervello va a “elettricità”. È composto da tante cellule chiamate “neuroni”, che formano un reticolo complesso ed inviano “messaggi” elettrici l’una all’altra. Questo reticolato di cellule ti rende ciò che sei, è responsabile di ogni tuo ragionamento, considerazione ed emozione, di ogni movimento conscio o inconscio che tu abbia mai fatto o che farai.

Ti stupiresti di sapere quanta energia elettrica sia prodotta all’interno del tuo cranio, un cervello medio è sempre in movimento e rilascia così tanta energia che potrebbe accendere una lampadina da 20 watt!. Ti lascio questa immagine per farti capire tutto il carico di fatica che deve sopportare.

Non a caso la natura ha generato un meccanismo semplicissimo per farlo auto rigenerare e scaricare tutta l’energia in eccesso (o più barbaramente lo stress): il sonno. Mentre dormiamo, vengono rilasciate tutte le tossine accumulate nel corso della giornata ed anche in quel caso il cervello non smette mai di lavorare, dato che sogniamo.

Capisci ora l’importanza di dormire bene?

Per svegliarsi davvero rilassati, si può fare semplicemente adottare la tecnica dei novanta minuti. Di cosa si tratta? Prosegui nella lettura e ti sarà tutto più chiaro.

Dunque come fare a dormire bene?

Partiamo dalle basi, incomincia a integrare nella tua routine queste quattro semplici attività.

  • Pratica esercizio fisico prima di metterti a letto: non è necessario che tu corra una maratona o ti dedichi a un programma intensivo di fitness. Comincia con una camminata di trenta minuti, poi potrai passare alla corsa o se preferisci, puoi dedicarti al pilates, una tipologia di ginnastica più “statica” che puoi praticare tranquillamente a casa su un tappetino. Esistono tante app che puoi scaricare gratuitamente sul tuo telefono per creare un piano personalizzato.
  • Prova la meditazione: ne avrai sentito parlare, è uno stato di serenità che si raggiunge con il controllo del respiro. Come attività sta prendendo sempre più piede e credito anche nella comunità scientifica, addirittura la si sta cominciando addirittura ad utilizzare con scopo terapeutico per i suoi effetti analgesici! Provare per credere.
  • Evita bevande a base di caffeina o teina: siamo ciò che mangiamo, è risaputo. Tè e caffè contengono sostanze eccitanti, quindi non sono l’ideale da consumare dopo cena ma non sono i soli. Anche l’alcool sarebbe da evitare la sera, poiché dopo uno stadio iniziale di rilassatezza, causa disidratazione e probabili disturbi notturni.
  • Disconnettiti da tutto: utilizzare smartphone e tablet prima di coricarti può influire negativamente sul tuo sonno, questo perché la luce degli schermi ha sul tuo cervello lo stesso effetto del sole a mezzogiorno, blocca la produzione di melatonina, “l’ormone del sonno”. Quindi meglio lasciar stare i social dopo una certa ora.

Come dormire bene con la regola dei novanta minuti

È forse il metodo più efficace e “scientifico” per dormire bene, è stato sviluppato dallo psicologo Richard Wiseman, professore all’Università di Hertfordshire ma non è difficile applicarlo nel quotidiano. Il segreto sta nel conoscere gli stadi di un naturale ciclo di sonno, capirli e sfruttare questa consapevolezza. Normalmente mentre dormiamo, attraversiamo cinque stadi: sonno crepuscolare, sonno leggero, sonno profondo, sonno profondo effettivo e quella più conosciuta, la fase rem.

Se siamo in grado di svegliarci alla fine di un ciclo, senza interromperlo, contando all’indietro per blocchi di 90 minuti, allora saremo davvero in grado di dormire bene. Dunque, se vuoi svegliarti alle sette per portare i ragazzini a scuola per le otto, non ti resta che andare a letto per le dieci.

Tutti gli adulti sviluppano una certa resistenza al sonno con l’età, ti assicuro però che ti basterà solo prendere il ritmo per riscontrare dei visibili benefici.

Non ti resta che provare i nostri consigli, qualora dovessi riscontrare ancora problemi, forse è arrivato il momento di cambiare quel vecchio materasso.

Leggi di più per scoprire tutti i più comuni disturbi del sonno e come trattarli.

Articoli Correlati
come-meditare-per-conciliare-il-sonno
metodi-per-dormire-bene
interpretazione-dei-sogni
disturbi-del-sonno

Riposa Meglio.
Prova Anna Mattress

materasso online anna mattress